28-GIUGNO-2019-SACRO-CUORE-DI-GESu.jpeg

SACROCUORE

La storia dell'Ordine della Visitazione, fin dalla sua origine ci mostra come il Cuore di Cristo è legato fortemente all'ideale che giustifica la nostra esistenza nella chiesa di Dio. La nostra  stessa vocazione nasce nel Cuore di Cristo, si sviluppa nel Cuore di Cristo, imita il Cuore di Cristo. Tutto è detto nell'emblema dell'Istituto, voluto dal Fondatore: un Cuore circondato da spine, trafitto dalla lancia, sormontato da una croce.

Nel cavo della pietra, un'innamorata colomba geme... e geme sommessamente, perché geme d'amore, nel desiderio di amare in questa fornace d'amore che ha scelto quale luogo, assolutamente unico, per la sua vita. Ivi è la sua vera clausura, fuori dalla quale la Visitazione non ha ragione di esistere. Essa è stata fondata sul monte Calvario, e il suo tempo scorre tra l'ora sesta e l'ora nona, quando la lancia squarciò il Cuore di Cristo per rivelare tutto l'amore.

Nell'Eucaristia è sempre attuale e misticamente presente il mistero di questo amore donato e sacrificato: il Cuore di Cristo è, infatti, il cuore pulsante della Chiesa che canta nella Liturgia, prega con la voce dei fedeli, soffre e si immola nelle membra di tutti i malati, di tutti i pregiudicati, di tutti i martiri, di tutti gli innocenti...

" Ho compassione di questa folla..." che anela in cerca di pace, di verità, di amore. E' il Cuore misericordioso di Cristo che, come nel suo pellegrinaggio terreno, va incontro all'uomo, ad ogni uomo, perché nessuno vada perduto, e tutti invita con tenerezza infinita a dimorare nel suo Cuore.