LE ORIGINI DELL'ORDINE

<<...Nascoste con Cristo in Dio nel silenzio dei loro claustri  avrebbero visitato il mondo nel segreto di un mistero d'amore e di donazione...>>

LA FONDAZIONE

Il 24 maggio 1610 Francesco di Sales scriveva al Padre Pollien: «... sapendo quante giovani desiderano ritirarsi dal mondo e non possono realizzare questo loro ideale nelle famiglie religiose già fondate,... io apro loro la porta di una piccola congregazione...».
Nella festa della SS. Trinità, 6 giugno 1610, la Madre Giovanna Francesca di Chantal e le sue due prime figlie entrano nella piccola casa della Galleria, ad Annecy.
San Francesco di Sales mise nelle mani della nostra Fondatrice un compendio delle nostre Costituzioni scritte di suo pugno: «Seguite questa via, mia carissima Figlia, le disse, e fatela seguire da tutte quelle che il cielo ha destinato a seguire i vostri passi».

San Francesco di Sales

La prima città ad accogliere le figlie di San Francesco di Sales è Lione. 

Mons. de Marquemont, arcivescovo di quella diocesi, le riceve con gioia e la stima profonda che  ne prova  lo convince  che quella Congregazione  merita  di  essere  elevata  alla

Suor Giovanna Francesca di Chantal

Il progetto iniziale dell'Istituto contemplava una certa attività apostolica. Quest'ultima, suggellata dalla solennità dei voti e dal rigore della clausura, consisteva nella visita a poveri e malati abbandonati, per recare loro l'umile servizio della carità.

Il volto definitivo dell'Ordine della Visitazione maturò solo nel 1616, quando la sua ispirazione divenne esclusivamente contemplativa. 

La missione di questo nuovo Ordine, come espresso da San Francesco di Sales,

è quella di dare a Dio delle figlie di orazione e delle anime così interiori che siano giudicate degne di servire la sua Maestà infinita e di adorarla in spirito e verità.

dignità di Ordine religioso.

Le Costituzioni sono approvate il 9 ottobre 1618 da San Francesco di Sales, assicurando che questi non sono opera dello spirito umano, ma dello Spirito Santo e che nulla egli vi ha scritto se non per sua ispirazione.  Dopo la morte del fondatore, sarà Giovanna di Chantal, che con anima ardente e vigorosa, guiderà lo spirito dell'Ordine attraverso gli insegnamenti del Beato Padre.

Attualmente l'intero “Ordine della Visitazione” conta circa tremila Consorelle Visitandine,  suddivise in 164 Monasteri sparsi in tutto il mondo.
In Italia, sono trenta  i Monasteri,  raggruppati in due Federazioni nazionali.

Molte di queste Fondazioni hanno vissuto pene, sacrifici e lotte, ma la  nota rilevante che le accomuna è la tranquilla serenità e la gioia che si richiama al pensiero del Santo Fondatore quando scriveva:  “Chi ha potuto dirvi che le nostre buone suore della Visitazione sono state messe in difficoltà riguardo la loro abitazione o i loro edifici? Oh, fratello mio, Nostro Signore é il rifugio dei loro spiriti e, quindi, non sono esse troppo felici?”.